07 JulIl velo – accessorio romantico e tradizionale

Sposa con veloStoria del velo da sposa
Il velo è l’accessorio per eccellenza dell’abito da sposa – molto romantico e di grande effetto.  Le sue origini vanno cercate lontane – risalgono al tempo dei Romani. Il velo testimoniava la castità prematrimoniale della donna. Negli attimi precedenti al matrimonio, veniva anche utilizzato per proteggere la sposa dagli sguardi maligni e, allo stesso tempo, evitava allo sposo di vedere il reale aspetto della promessa fino a che non si trovava di fronte all’altare. In molte famiglie era usanza tramandare il velo da sposa di madre in figlia. La tradizione dice che il velo dovrebbe essere usato, quindi  donato alla sposa da una donna vicina che ha avuto un matrimonio felice.

Tipi di velo
Esistono diverse tipologie di veli da sposa, si differenziano  per il tessuto, per la presenza o no di ricami, per la forma e per la lunghezza. Puo’ essere in tulle di seta, di organza leggerissima, di pizzo, o anche in tulle con applicazioni in pizzo. Il velo da sposa può essere lungo a strascico di circa tre metri, o corto a scialle portato sulle spalle. In uno degli prossimi articoli vi parlerò più in detaglio delle principali tipologie di velo.

Velo al gomitoVelo in pizzo cortissimoVelo Cattedrale

Che velo scegliere?
Naturalmente il velo deve accompagnarsi all’abito, senza appesantirlo, senza creare contrasti di colore ed in sintonia con lo stile scelto. E’ sempre bene scegliere il velo nell’Atelier dove avete acquistato l’abito. Se avete scelto un vestito in pizzo meglio optare per un velo minimale, al contrario, se avete scelto un abito sobrio meglio optare per un velo importante magari arricchito da intarsi preziosi. Nella scelta del velo vale la regola del contrario: il velo deve essere di un materiale diverso da quello del vestito. Se, ad esempio, il vestito è in pizzo, il velo può essere di tulle con delle rifiniture in raso o delle perline.
Nella scelta del velo da sposa bisogna considerare anche la vostra altezza. Se non siete molto alte e’ meglio optare per un velo a una caduta, senza profilo, un po’ più lungo dell’abito. Se invece siete alte, potete optare sia per un velo lungo o anche medio, profilato o meno, singolo o a doppia caduta. Meglio evitere  il velo molto corto.

Come portare il velo da sposa
Il velo va portato fino all’arrivo in Chiesa, sino alle ultime note della marcia nuziale, sino a quando  la sposa non verrà affidata nelle mani dello sposo e dovrà essere completamente tolto durante la cerimonia.

Sposi veloSposa con velo in chiesaSposi velo

Secondo il galateo, è meglio evitare di indossare il velo da sposa se la cerimonia si tiene in municipio, in caso di secondo matrimonio, per una spose oltre i 40 anni o se portate gli occhiali. In questi casi si può indossare un simpatico e altrettanto elegante cappellino con veletta.

Velo e acconciatura da sposa
Il velo va applicato sull’acconciatura, generalmente si tiene fermo tra i capelli con un pettinino. Potete optare per un semplice pettinino, meglio se invisibile, oppure per pettinini più elaborati, decorati con strass, perline o fiori tenendo sempre come riferimento lo stile del vostro abito. Fate un’acconciatura che stia bene sia col velo che senza. Occorre provare prima la pettinatura con il velo per non avere brutte sorprese. Nulla vieta di avere anche un´ acconciatura particolare e dei punti luce sotto al velo.
C´è tanto da scrivere sul velo da sposa, tornerò molto presto su questo argomento!

16 JunAcconciature da Sposa Classici: Lo Chignon

È l’acconciatura più semplice e allo stesso tempo più elegante e sofisticata per la sposa. Del resto, lo chignon è facile da portare, sta bene praticamente a tutte e, se ben realizzato, non richiede ritocchi continui durante il matrimonio. Si può eseguire su tutti i tipi di capelli, i risultati migliori si ottengono con capelli sani, forti e lucenti.

Per questo è importante lavarli con prodotti specifici, soprattutto se devi risolvere qualche problema, per esempio disciplinare le chiome secche e ribelli o riequilibrare i capelli grassi.

Se hai capelli lunghi e sottili bisogna fare un po’ d’attenzione per raccoglierli senza spezzarli: basta fissarli con una lacca a lunga tenuta, ma ultralight. Per un maggior volume si possono anche usare delle trecce finte, oppure dei posticci tono su tono, che esaltano la forma a cipolla o a conchiglia.
In nuove interpretazioni lo chignon si arricchisce di onde, trecce, torchon e piccoli dettagli di grande appeal. Sembra non passare mai di moda! Qualche esempio di acconciatura con chignon:

11 JunAcconciatura Sposa Giapponese

Guardate che bella eleganza geisha della sposa giapponese, ha un’acconciatura fantastica!

Acconciatura sposa con accessori, fiori

Acconciatura sposa con accessori, fiori

11 JunFutura sposa: non sottovalutare l’importanza dell’acconciatura!!!

Nel giorno più bello deve essere tutto perfetto, dalla testa ai piedi. Uno degli elementi cruciali per il look della sposa è sicuramente l’acconciatura, secondo me è addirittura più importante dell’abito.

Perché? Ti meravigli? Ma prova a pensare: l’acconciatura è vicinissima al viso, ciò significa che salta all’occhio agli invitati già al primo sguardo. Inoltre, ancora più importante: l’acconciatura si troverà su tutte le foto del matrimonio!!! Ciò significa che se fai un errore, te ne pentirai a lungo… parlo per esperienza personale: ho dovuto distruggere dozzine di foto…

Per questo è essenziale che l’acconciatura della sposa sia eccezionale e che allo stesso tempo sia adatta al tipo di persona.

11 JunAcconciature Sposa

Conosco benissimo la situazione: ormai i preparativi sono a buon punto, hai già deciso/comprato l’abito ma ancora non hai idee chiare sull’acconciatura per il giorno più bello… Con questo piccolo sito voglio aiutare tutte le amiche future spose a trovare e soprattutto a decidere con calma quale sarà l’acconciatura per il proprio matrimonio!!

Devo ammettere che per adesso il sito è un po’ spoglio, ma tornate presto!!! Nei prossimi giorni scriverò articoli su tendenze 2009, consigli pratici, accessori ed anche su acconciature un po’ esotiche.

A presto!